mercoledì 28 febbraio 2007

Working Class Heroes

The National



Due fratelli, un australiano trapiantato a Brooklyn e un violinista. I The National sono una dei segreti meglio nascosti del panorama. Alligator l'album di due anni fa è un piccolo gioiello di storie lineari, di parole ben spese e di un lavoro interminabile di prove in scantinati newyorkesi. Da poco il gruppo ha annunciato l'uscita del nuovo album Boxer (Beggars), in maggio...

ecco la track list:
01 Fake Empire
02 Mistaken for Strangers
03 Brainy
04 Squalor Victoria
05 Green Gloves
06 Slow Show
07 Apartment Story
08 Start a War
09 Guest Room
10 Racing Like a Pro
11 Ada
12 Gospel

Inizieranno un tour in giro per l'europa in estate...

The Wrens

Photo credit: John Vanderslice

Qui si entra seriamente nel mito. Sfortunati nella loro carriera, furon al punto di esplodere più di una volta. Non ci riuscirono, ma continuano da anni a fare musica, seria, bella, vera, cruda e senza nessuna pretesa di modernità. Riescono ad essere loro stessi su un palco, coinvolgono il pubblico come non mai. È in uscita il nuovo album suonato, composto, e vissuto sempre e solo nel New Jersey, con la camicia e la tesserina del lavoro ancora addosso.

Ascolta: Everyone Choose Sides

21 commenti:

Maud ha detto...

cos'è successo qua, stai facendo un restyling massivo?
Aneddoto: quando i the national hanno suonato all'hanabi il cantante ha fatto cadere l'asta del microfono in testa ad un mio amico che l'ha rilanciata indietro stizzito, colpendo anche il bassista... ma nessuno di loro ha battuto ciglio. E' stato un bel concerto, ricordo!

memè ha detto...

grandissimo, se ti piace whitness the fitness ti sposo!!

Anonimo ha detto...

witness pardon

Friends of Enemies ha detto...

ora che ci penso roots manuva é mooolto working class...con quel cockney mezzo-giamaicato...

chris ha detto...

i the national. speriamo ritornino.
ricordo un concerto che non riuscii a godermi appieno perchè ero ancora incazzato dalla sera prima quando ci beccammo un verbale da 2mila euro a mezzanotte e 3 come nella canzone.

waiting for a second chance

Kekko ha detto...

the meadowlands (wrens) è il mio disco indie-pop preferito degli anni '00 -e riesce a non essere forse bello quanto secaucus... loro sì che sarebbero roba "da vedere una volta finchè ho ancora l'occasione"... miti veri.

PS: di Everyone Choose Sides ho trovato anche una versione più figa, più tipo classic rock con un sacco di cori.

Friends of Enemies ha detto...

@chris

ricordo lo sfortunato episodio della multa...ma il concerto fu comunque un successo, tanta gente e gruppo contento della serata...

@kekko

li ho visti a dicembre e hanno spaccato tutto. veramente incredibili.

dov'é l'altra versione di Everyone Choose Sides?

diego ha detto...

dimmi che ci sarai anche il 10/3, per Vague Angels ed il mio dj set... dimmelo ti prego!

diego ha detto...

ah, dobbiamo anche questionare sui the lapse ;-)
Comunque Sultans Of Sentiment è sul podio per quanto riguarda gli album della mia vita. mica cazzi.

Friends of Enemies ha detto...

ovvio che ci sono sabato!!!

anzi mi aspetterei un invito da guest star!!!

forse hai male interpretato il mio commento su chris leo:

the lapse SPACCANO! sultans of sentiments è uno dei migliori album che abbia mai ascoltato.

len ha detto...

fare dj set insieme sabato!!!

diego ha detto...

fare! fare! io volere! :-D

chris ha detto...

ok amicidn. portare dischi

Friends of Enemies ha detto...

wow. io mi aspettavo solo un invito formale, e/o un gin tonic, tuttavia molto molto contento di appoggiare diego e/o len.

ens veiem molt aviat...

chris ha detto...

con diego in chiusura.

Anonimo ha detto...

cosi finalmente scopriamo chi sei!:D

Kekko ha detto...

rappresentare.

io non avere a quanto sapere una chiusura al bronson in programma.

aspettare comunque il momento di conoscere Mr.FoE e di bere con il suddetto Mr.FoE una onesta birra.

chris ha detto...

dunque brindisi e presentazioni. venerdì 9 al bronson con ronin e i calamari.

sabato chris leo e ospiti in consolle diego e adn.

tu kekko il 17 o il 24?

diego ha detto...

fico fico. Però tu Chris vedi di tenere a bada la lunghezza delle sessions e non farci salire in consolle alle 4!

valentina ha detto...

Nessun martini lemon con poco ghiaccio per gli AdN! ...e sono proprio curiosa di vedervi in consolle, voi due!

Sultans of Sentiments me lo hanno allungato sottobanco un paio di settimane fa e devo ammettere che è proprio, ma proprio bello. Nonchè ottima colonna sonora da pendolare.

Friends of Enemies ha detto...

vale quello che mi ha steso a natale era un vodka-martini...come james bond!

poi mi racconterai del tuo giovedì da dj...

a presto