lunedì 22 gennaio 2007

Alcune parole intorno ai Klaxons e al Nu Rave (o qualsiasi cosa cominci con Nu)




L'hype, ovvero quel meccanismo "palla di neve" che è alla base di qualsiasi novità e notorietà artistica è stato capito da tempo. Abbiamo la sensazione che con MySpace e con le comunità virtuali queste dinamiche si siano ampliate, ingrandite...Questo ha dei pro enormi che ritengo un grandissimo vantaggio per qualsiasi diffusione culturale. Purtroppo esistono anche degli svantaggi: questi network virali sembra che vadano a toccare tutti, ma senza bisogno di un contatto fisico, di una impressione, di uno scambio, di nulla.

A noi i Klaxons, trascendendo l'hype, ci fanno francamente cacare.



Ma critiche a parte; gli Amici dei Nemici possono avere un'opinione e voi tutti potete averne un'altra. Questo non importa, é parte del gioco. Il problema con quest'ondata di revival di cui la capitale inglese sembra essere la capitale mondiale è che non creano tendenze, se non la stessa tendenza di riscoprire, rifare; in sostanza, copiare. Guardate l'attuale panorama "hype" appunto della scena londinese: The Horrors (garage 50-60's), The Pipettes (pop-60's), Switches (glam rock 70-80's), 1990's (indovinate un po'), The Klaxons (post-80's rave e qualche batteria non-elettronica).

Tutto questo è discutibile, e come per ogni periodo di produzione artistica non sta ai contemporanei decidere se sarà stato importante e influente o no...il problema è un'altro ed ha in serbo una gran sorpresa:

Il gioco del revival non ammette secondi. Proprio per il fatto che non sviluppa una corrente artistica nuova chi prova a ricopiare il copiato diventa automaticamente sterile, statico, immobile, insulso e soprattutto inutile.

Mentre i primi possono essere perlomeno inclusi in una definizione ampia di produzione culturale, chi arriva secondo non ha proprio senso.
Come sempre, in Italia c'è una spirale velocissisima che salta dei passi. È come pensare a esultare prima ancora di segnare. Risultato: si sbaglia il gol. I gruppi che si annoverano tra il nu rave in italia non sono neanche dei secondi ma dei quart'ultimi arrivati. Sembra che basti un sintetizzatore, un Reason per correggere i tempi e dei testi cantati in un inglese violentemente italianizzato per dire a tutti che hai un gruppo e chiedere alla ragazza del bar se vuole votare per te sulla lista dei gruppoi emergenti NME.

I vari Disco Drive e Cool Kids Can't Die, sono, diciamo la veritá, scuse per i membri facentene parte di essere riconoscibili in discoteca. Se questa è la ragione per fare musica, allora da oggi in poi gli Amici dei Nemici cominceranno a trattare di investimenti e bond e obbligazioni.

41 commenti:

diego ha detto...

la parola "CACARE" va messa sapiententemente al posto ed al momento giusto, di modo che renda appieno il profondo significato che ha... tu sei splendido maestro in questo!

gran post.

Friends of Enemies ha detto...

molte grazie. spero di non essere denunciato. in caso scappo via da Ravenna...;)

diego ha detto...

sei già scappato, ma sicuro che quando torni qualcuno ti pesta ;-)

Friends of Enemies ha detto...

giá perché non c'è libertà di espressione!!!

ahh!!!

poi comunque sono un vigliacco...anche se odiassi i Black Flag (li amo) non smerderei mai Henry Rollins! di quello sì che c'è da aver paura!

pressapoco ha detto...

poco importa se nemico/amico...

entro deferente e diego mi sarà garante, come nei circoli di canasta o fra i tagliapietre...

sottoscrivo, per me sei calamaro di un'altro acquario...

e poi quei due che cantano davvero no!

...la vita è altrove!

Friends of Enemies ha detto...

obbligati ringraziamenti virtuali, i Calamari suonano Jesus&Mary Chain, Husker Dü, Feelies e affini (almeno da quello che ho ascoltato all'ultima festa-calamara) e io li apprezzo a go-go.

se succede quello che pronostica diego quando torno, almeno che abbia un paio di persone dalla mia parte per la rissa.

scherzi a parte negli USA c'é un principio giuridico: se ti dichiari una public persona, ovvero se vuoi essere famoso, devi prenderti tutte le critiche e stare zitto. quindi klaxons e affini: sorry this is the price to pay for notoriety.

molti saluti a voi calamari

len ha detto...

fuck nu rave

calamari.. non date troppa confidenza a questo soggetto..
potreste pentirvene..

Friends of Enemies ha detto...

@len: ma non é vero, lo sai che mi vuoi bene.

muak!

len ha detto...

si in effetti ti amo..
però posso dire che mi piaceva di più la vecchia veste grafica?

mr.crown ha detto...

don't worry. ci sono qua io.

diego ha detto...

Pressapoco ha una buona stazza, se ti si mette davanti stai al sicuro. Il problema è quando ti si mette dietro.
mr.crown poi è una scheggia impazzita, all'occorrenza non esiterebbe a dare una testata neanche ad uno come henry rollins... meglio averlo dalla nostra parte. Quei due sono fatti così. A volte mi ricordano Hap e Leonard dei libri di Lansdale.

Splunge ha detto...

una volta era davvero più facile... rock=buono, elettronica=discuteca=cattivo...
però poi i daft punk, l'electroclash... (adattate i nomi alla vostra storia personale, il risultato è che) alla fine hai il sospetto di essere tu in torto...
invece no, i klaxons fanno proprio cacare

d

PS:(vabbé il restyling, ma dovevo proprio essere escluso dalla lista dei simpatici amici linkati?)

Friends of Enemies ha detto...

splunge non sei assolutamente stato escluso...é successo solo che sono andato al lavoro!

sono daccordissimo su quello che dici!!

len ha detto...

..io la farei un pò più grande la scritta amici dei nemici perchè si vede poco..

Friends of Enemies ha detto...

dai len, sono disoccupato devo fare qualcosa per divertirmi!

chris ha detto...

friends of enemies il tuo post sul nu rave è da proporre al vecchio umbertone eco.

lo linkerò ogni qualvolta dovrò esprimere un opinione al riguardo. grazie per averlo detto così bene, così chiaro. con nomi cognomi e il termine cacare a corredo del tutto.

chris ha detto...

come disoccupato?!

Friends of Enemies ha detto...

bhé che dire, grazie mille chris..

vorrei sottolineare che l'unica cosa di oggettivo che volevo esprimere é che copiare il copiato è vomitevole..e non è tutt'oro quello che luccica. a parte quello il resto sono opinioni condivisibili o no.

riguardo la mia situazione lavorativa: musicalmente sono un po' in stallo...aspetto nuovo ingaggio da parte della Houston Party ma per il momento il tutto è fermo. Ma alla fine qualcosa si smuoverà ci sono mille opportunità in questa città.

complimenti ancora per aver ispirato i CALLA!!!!! parlando con micah qui, mi aveva detto che sarebbe tornato a ravenna senza dubbio e che si era trovato benissimo!

stefano antico ha detto...

ecco diciamo che potresti veramente iniziare a darti al mercato azionistico ma se le tue capacità di analisi finanziaria sono pari a alle tue conoscenze in campo musicale...si prospettano tempi duri

Intanto mi sento di dire che noto una certa tendenza(tendenza=moda,trend) nn solo da parte tua, di rifiutare a priori tutto ciò che "appare" come "nuovo"
senza analizzare in profondità il fenomeno in questione e questa è una mancanza grave, perchè prima di sputare sentenze bisogna conoscere a fondo ciò di cui si sta parlando. Il tuo modo di esprimere opinioni è talmnete ingenuo che non mi sorprenderei se a scrivere fosse un 14enne in lite con il mondo dell'apparenza.

entro nello specifico

nu rave: io non so ancora cosa si possa definire nu rave o meno nonostante sia un accanito lettore del NME per il semplice fatto che molte bands incluse in questo nuovo fenomeno (o presunto tale non lo so) dalla stampa specializzata sono talmente diverse tra loro sia dal punto di vista musicale sia nell'atteggiamento e nel modo di vestire, che già qui nn riuscirei ad affrontare la questione. tu invece liquidi tutto il movimento dicendo che fa cagare. Cito un pò di bands Klaxons, shitdisco, new young pony club, Css, Hot chip, ma anche erol alkan, simian mobile disco, mstkrft o come cavolo si scirve. Per chi ovviamente ha voglia di prendersi la briga di ascoltarseli (ma nessuno dei partecipanti al blog lo farà)e dirmi se trovano un minimo comune denominatore tra gli "artisti" nominati( non vale la battuta che fan tutti cagare). Io dico che come in tutte le mode ma anche "contromode" (quindi ancora più banali) si può fare una cernita su chi veramente ha talento e chi invece si trova li per caso ma fare di tutta l'erba un fascio...significa disprezzare a priori ed è molto grave per chi ascolta musica, molto grave

ancora più nello specifico
Klaxons: post 80's rave con batteria non elettronica?? ma che mi sta a dire?? sul finire degli anni 80 essisteva un genere be specifico che invadeva i raves di quasi tutto il mondo: Acid house!! lonatno anni luce da quello che propongono klaxons sia per sonorità per battue al minuto, tempo della cassa, tecnologia impiegata per produrre musica..ecc ecc. non farti ingannare dalle parole nu rave non significa rave!!
I klaxons sono una band che ho visto a maggio nel 2006 e dal vivo mi hanno fatto cagare (nello stesso giorno molto meglio these new puritans e nn sono ancora apparsi in copertina del NME quindi fai ancora in tempo ad ascoltarlie magari apprezzarli)ma tutto sommato nei lavori in studio trovo la band originale (sfido chiunque a dirmi una sola band che richiama lo stile dei klaxons)e allo stesso tempo fruibile nonostante le canzoni siano spesso cervellotiche con melodie e tempi astrusi

1990s: secondo te basta questo per definirli anni 90?? se prprio volevi paragonarli a qualcuno potevi azzardare una cosa tipo arctic monkeys in versione danzereccia via Franz Ferdinand ma di anni 90 non hanno assolutamente nulla (escludendo il nome ovviamente

non entro nell'argomento The Horrors

Poi citare Disco Drive in un post che parla di nu rave quando i tre torinesi sono assolutamente antecedenti al movimento e nel loro background si possono solo notare influenze post '77 mi sembra una cavoleria da bagaglino. inoltre possono piacere o non piacere ma dal vivo sanno suonare e suonare sul serio.

Cool Kids can't die: guarda essendo coinvolto direttamente non me la sento di risponderti ma tra noi ed i paladini della nu rave (klaxons) c'è un mare...quindi mi sa che anche noi siamo nu rave

posso affermare che sfido chiunque a dire che quando inizia suonare non la fa per una forma di narcisimo misto ad esibizionismo che io ritengo sano perchè non fine a se stesso ma comunque volto allo scopo di creare musica (bella o brutta che sia sempre meglio cercare di creare che star li a far tanti bla blà). apparire in discoteca?? perchè quando uno va in discoteca lo fa per sparire?? comunque noletne o volente ho una chioma bionda bionda (ancora per poco) ed un naso lungo ed affilato che mi fa apparire anche non volendo per non parlare del mio collega che anche per strada gruppi di ragazzine si fermano a chiedergli il numero di cell...nn è quello il nostro problema.
non ho mai scritto così tanto in vita mia ma leggere una serie di inesattezze del genere mi ha dato impulso per farlo. lo stesso impulso che mi spinge a tentare ancora di far musica e sperare che qualcosa di buono possa uscire.
attendo repliche ma anche no
visto che non punteresti a qualcosa di costruttivo ma probabilmente torneresti a denigrare senza argomentare. Io le opinioni le accetto ma quando sono espresse a ragion veduta. parlare tanto per accativarsi simaptie di 4 amici non è una cosa che fa onore a nessuno...per quello esiste il bar dello sport

len ha detto...

e bravo il blond.. hihih...
ieri è stata una lunga notte...

Friends of Enemies ha detto...

mio caro stefano,

per rispondere alla tua animosa lettera citerò i tuoi passi per poi replicare:

Il tuo modo di esprimere opinioni è talmnete ingenuo che non mi sorprenderei se a scrivere fosse un 14enne in lite con il mondo dell'apparenza.

fantastico...magari avessi 14 anni...ne ho il doppio ma comunque quando avevo 14 anni la mia filosofia era la stessa: io ascolto la mia musica ed esprimo le MIE opinioni se tu non sei daccordo, me lo dici e non succede nulla. Se ritieni che il mio modo di esprimermi sia sbagliato allora significa che tu non accetti l'oggettività in campo di critica.

nu rave: io non so ancora cosa si possa definire nu rave...

allora, qui se mi volevi confutare, già parti col piede sbagliato. se non sai cosa vuoi difendere ti viene difficile difenderlo.
se tu avessi letto invece di scrivere di getto la lettera più lunga della tua vita (sono veramente fierissimo di aver iniziato una tale scintilla in te!) avresti visto che io NON HO SCRITTO CHE MI FA CACARE IL NU RAVE, ho scritto che mi fanno cacare i Klaxons...perciò...mi vuoi rompere i coglioni perché io sul mio blog scrivo che non mi piace un gruppo? ma dico mica sono andato ad aerografarlo sul muro di casa tua!

nonostante sia un accanito lettore del NME...

il New Musical Express è una pubblicazione che è rimasta un po' antiquata e questo suo autonominato ruolo da "purveyor of new bands" fa ridere. è una rivista stampata ed è un settimanale, ciò significa che ogni settimana deve avere qualcosa su cui scrivere. una pubblicazione costa, e a Londra tutto è buisness. Ho conosciuto più di un giornalista dell'NME schifato del suo lavoro, se vieni quì te li presento. Ogni settimana deve avere una nuova novità in copertina anche se non ce ne sono. Questo fa sì che le mode siano easy come easy go, e questo continuo cambiare fa sì dopo che hai "consumato" una band...già non ci siano più. Puoi continuare a seguire NME, ma non pensare che NME continui a seguire te o i tuoi gusti. Questa si chiama fidelizzazione di un lettore in campo editoriale, ma se vuoi prenderla come bibbia, non sarò certo io a venire a scrivere 5000 caratteri sul tuo blog (o sul suddetto muro di casa tua).

Hot chip, ma anche erol alkan, simian mobile disco, mstkrft...

Un'altra volta, non so neanche perchè sto qui dietro a rispondere alla tua sparata di ego (lecita per carità, anche io ne ho uno grosso, ma a 14 anni ho imparato a non farmelo sgonfiare dagli altri, specialmente via internet). Se avessi letto il blog sapresti che io gli Hot Chip li adoro e mstrkrft e Simian anche.

(bella o brutta che sia sempre meglio cercare di creare che star li a far tanti bla blà)

a-a-a...stefano tu suoni io critico: funziona così. e gli uni non esistono senza gli altri. e se non ti piacciono le critiche non ti esporre in pubblico.

Io le opinioni le accetto ma quando sono espresse a ragion veduta.

ragion veduta? in campo musicale? e quella storia della soggettività? delle emozioni che ti suscita la musica? della simbiosi critici-artisti? le tue "ragioni vedute" non sono meno confutabili delle mie.

non entro nell'argomento The Horrors

menomale! ma ripeto: le mie opinioni sono per me, se non ti piacciono mica ti dico di non ascoltarli.

comunque nolente o volente ho una chioma bionda bionda (ancora per poco) ed un naso lungo ed affilato che mi fa apparire anche non volendo

che bazza, anche io ho il naso lungo. perché per poco? NME ha detto che non vanno piú i biondi? (dai non t'arrabbiare scherzo)

per non parlare del mio collega che anche per strada gruppi di ragazzine si fermano a chiedergli il numero di cell...

che culo! ma chi é? ma sono fiche queste qui o sono dei bidoni con i capelli? ma poi le chiava? ma a te te ne lascia qualcuna? (se vai sul volgare-ridicolo ti seguo a ruota)

parlare tanto per accativarsi simaptie di 4 amici non è una cosa che fa onore a nessuno...per quello esiste il bar dello sport

guarda che questo non è il mio problema: ho una chioma nera e un naso a patata che mi fa fare degli amici (o dei nemici) in disco, per non parlare del mio alter ego che anche per strada gruppi di ragazzi lo fermano per essergli amici.

in conclusione Stefano, non la buttare sul personale, non ha senso. se a me fa cacare il tuo gruppo o fanno cacare dei gruppi che ti piacciono, che colpa ne ho? grazie per avermi scritto...se sarai a Barcellona uno di questi giorni fammelo sapere, che prendiamo una birra.

len ha detto...

ok! vai matte! colpo su colpo!
avanti col match!

Friends of Enemies ha detto...

macchè colpo! relax! peace, dude!

birra, festa, allegria!

stefano A ha detto...

oggettività in campo di critica:
dal momento che tu sei un soggetto la tua critica non può essere oggettiva

nu rave: non riportare una parte della frase senza capire l'interezza del discorso.Dire che non so cosa si può definire nu rave significa che conosco il movimento, mi informo e noto quanto sia difficile poter affermare se il fenomeno fa cagare o meno visto che non tutte le bands annoverate sotto questa "etichetta" non fanno lo stesso genere. Un pò come accadeva per la new wave. Io non parlo di cose che non conosco, a differenza di qualcuno altro. Se scrivi "alcune parole intorno ai Klaxons e il nu rave" è logico pensare che non stai parlando solo dei klaxons. Allora scrivi alcune parole intorno ai Klaxons, punto!


klaxons: gira e rigira non hai ancora spiegato perchè ti fanno cacare. Prima di esprimere una opinione così forte dovresti argomentare caro mio. Tu dici che non c'è nulla di originale in loro e sulla tua playlist metti the thermals e bloc party?? dimmi che novità hanno portato loro in campo musicale e ne saremo tutti felici.

"I gruppi che si annoverano tra il nu rave in italia non sono neanche dei secondi ma dei quart'ultimi arrivati." vedi che parli del movimento e non solo dei klaxons??
noi e dsico drive che facciam parte della nu rave italiana?? e su quali basi affermi questa cosa?? argomentare cazzo!
hai mai sentito parlare di post punk o electro-pop?? nu rave...ma per piacere

Noi ti possiam benissimo fare schifo ma essere così presuntuoso da dire che noi facciam musica per apparire in discoteca non ti fa sembrare un pò ridicolo?? come puoi tu conoscere le ragioni che ci spingono a far musica??

eventualmente se vuoi fare una critica fai un analisi del nostro materiale non delle nostre persone.

perchè non hai mai parlato con noi non ci hai mai visti e forse nemmeno ascoltati.



NME: conosco NME da molto, molto tempo ma di certo non è la mia bibbia e son d'accordo con te su quanto dici ma almeno mi prendo la briga di leggerlo, come faccio per Art rocker, rumore, Blow up, Trax ecc.ecc.così per confrontare e prendere spunto da qualsiasi sia la sorgente pronta ad offrirmelo

Detto questo verrei volentieri a Barcellona a bermi una "cerveza" con te e magari potremmo farci un giro per la Rambla ed adocchiare qualche bella signorina sperando che il mio socio ce ne lasci un paio anche per noi

steveblack ha detto...

...appunto, se ve ne lascio...

scherzi a parte, è giusto ci siano opinioni diverse/divergenze, a me personalmente piace poi non piacere a qualcuno, essere antipatico non è sempre male, e viceversa.
Leggere il tutto è stato duro, per la lughezza intendo, e sottoscrivo quello che ha detto questo tale, "stefano antico".
L'unica cosa di cui mi accorgo sempre più frequentemente è questa:
è fin troppo di moda essere anti-moda, è scontato, banale e sicuro. Sicuro perchè sei certo che, soprattutto in certi ambiti ti porti a casa il consenso.
Poi mi accorgo altresì spesso che più del pregiudizio, a limitare le persone, è l'inconsapevolezza di averlo.
L'"alternativoatuttiicosti" non è per nulla alternativo, creativo e divertente.
Al massimo fa CACARE.

Friends of Enemies ha detto...

caro stefano/i,

visto che presumi cose allora lo faccio anche io: tutta sta storia dell'echitettatura fa schifo e se te la prendi presumo che ti ci senti dentro/affiliato o come vuoi tu.

non argomento ne analizzo, perchè per me è non ha senso argomentare cose che si basano sui gusti;

dovrei dire che voi sembrate una versione lenta dei Pet Shop Boys, e che i Disco Drive hanno copiato un album ai Radio 4.
dovrei mettermi a dire che "just another night at the disco", o "sundaaayyy mooooniiiinggg" suonano come testi da filastrocca, ma vedi, anche questo è discutibile!

tu mi potresti dire che anche c.c. cummings o ezra pound o la millay scrivevano testi di sapore bambinesco.

quindi come vedi, non entro in una ridicola battaglia di chi ha ragione o di "chi ne sa piú " di musica.

lasciamoci così:
voi pensate che la mia opinione e i miei scritti facciano cacare io penso che il vostro gruppo (non voi, badate) faccia stracacare.
punto. siamo pari.

resta l'offerta della birra, sempre restando daccordo che non vi pigliate tutte le donne voi!

a presto,
AdN

Friends of Enemies ha detto...

ah ps. riserbo anche il diritto di cambiare opinone: se domani fate uscire un disco fico che mi piacerà vi elogeró di peso.

stefano A ha detto...

ma cosa dici...dai valà!
io mi sento tirato dentro la storia dell'ettichettatura perchè tu ci hai messo dentro al nu rave!! mica mi sto inventando le cose. Rileggiti il tuo post valà.

io non sostengo che il tuo modo di scrivere fa cagare dicendo che scrivi come Luca Giurato versione dialettale ma dico che fai affermazioni e non le sostieni, sintomo di superficialità.

tu non hai detto che la nostra musica fa cacare hai scritto sul post

"Sembra che basti un sintetizzatore, un Reason per correggere i tempi e dei testi cantati in un inglese violentemente italianizzato per dire a tutti che hai un gruppo e chiedere alla ragazza del bar se vuole votare per te sulla lista dei gruppoi emergenti NME.
I vari Disco Drive e Cool Kids Can't Die, sono, diciamo la veritá, scuse per i membri facentene parte di essere riconoscibili in discoteca. Se questa è la ragione per fare musica, allora da oggi in poi gli Amici dei Nemici cominceranno a trattare di investimenti e bond e obbligazioni."

questo non è far critica musicale questo è PREGIUDIZIO SULLE INTENZIONI DELLE PERSONE!!!!!


klaxons che copiano musica rave fine anni 80, noi somiglianti ai pet shop boys...ma perchè non parli di cucina thailandese sul tuo blog??

tokyo police club: già citati dall'odiato NME circa un anno fa e ne parlavano pure bene!
ma pensa te vuoi che vedere che nme copertine a parte ogni tanto ci imbroccano??

stefano A ha detto...

Vedi! prprio non ti riesce di parlare di musica. Fascette?? che c'entrano con noi?? vedi fascette sul nostro sito?? che c'entrano con la nostra musica??
Fighe?? chi dei 2 ha detto che va in giro a farsi delle fighe?? dove lo hai letto, che noi ci vantiamo di farci delle fighe?? mi rispondi dove lo ha letto?? ed ancora nn stiam parlando di musica! tu non odi la nostra musica perchè non hai ancora parlato delle nostra musica ma continui a sottolineare il nostro modo d'essere e di vestire ( tra l'altro lo fai in modo del tutto errato e dicendo cose che noi nn facciamo e non diciamo)

io non mi lamento dei critici
mi lamento dei buffoni che si improvvisano critici musicali e invece parlano di fascette, fighette, vestitini, mode...

dai valà pensaci seriamente ad u nblog sulla cucina thailandese

stefano A ha detto...

beh??? che fine a fatto il tuo commento precedente?? che fai tiri il sasso e nascondi la mano?? bell'atteggiamento...

Friends of Enemies ha detto...

Dai, stefano non so chi sei, ne me ne frega un cazzo.

ora mi hai sonoramente rotto i coglioni. ho altro e altra gente a cui dedicarmi.

te l'ho giá scritto, non parlo della tua musica perché troveresti da opinare anche su quella critica.

cosa vuoi sentirti dire? penso che la progressione di accordi in Sunday Morning e anche di Night at the Disco o come minchia si chiama siano entrambe banali, penso che gli effetti dei sintetizzatori siano da sbadiglio e penso che non avete un'idea ne di metrica ne di pronuncia inglese, e neanche entro in una coerenza dei testi perchè non ne vale la pena.
okey? sei contento?

tu mi consideri un buffone, io non vengo a chiederti perché.

io ti considero uno sbruffone con la coda di paglia. se non ti rodesse così tanto della tua immagine te ne fregheresti altamente.

perfavore non mi scassare piú il cazzo, sul MIO cristo di blog. se non ti piace ce n'è mille altri.

e comunque se proprio vuoi te lo levo quel cazzo di post cosí sei contento.

stefano A ha detto...

e ci voleva tanto ad esprimere un opinione seria!!
mi fa piacere che t abbia indivuato ed evidenziato delle lacune nelle nostre canzoni.
Cazzo però, ce ne è voluta prima di strapparti un parere che riguardasse esclusivamente la musica. Grazie per i consigli ne farò tesoro (e sono serio mentre lo scrivo). Mi devi una birra però

notte

diego ha detto...

This is the end,
my only friend,
the end.

len ha detto...

avete fatto la pace allora! evviva!!
vi prego siete due persone(tre col nero)che stimo, non potete fare ciò!

fare subito pace!

Kekko ha detto...

cazzo non potete smettere di litigare proprio quando comincio a mettermi a parlare io...

cmq, benzina sul fuoco. non sono molto d'accordo con il post originale perchè mi sembra cogliere solo una parte del problema lasciando indietro qualche sfumatura. ad esempio, beh. la verticalità e l'orizzontalità. ok, myspace è un discorso/fenomeno orizzontale, ha a che fare con la diffusione della musica e per qualche meccanismo nient'affatto strano sta corroborando tendenze tristissime che arrivano dal mercato d'oltremanica, o da qualsiasi mercato ci imponga questa musica di merda.

ora, parlando di musica di merda non intendo associarmi a un genere musicale specifico perchè non credo esistano brutti generi musicali. non credo nemmeno esistano generi musicali: esistono scene che hanno più o meno un certo tipo di impostazione estetica, in termini di estetica del suono e del linguaggio e anche di abbigliamento e del recupero eccetera. tipo ad esempio c'è una scena postpunk newyorkese di cui fanno parte sightings, black dice, wolf eyes e che so... excepter fatta di gruppi in drammatica contrapposizione musicale, ma comunque è la stessa scena, lo stesso "genere musicale".

la dimensione verticale che sfugge è che in italia, come credo nel resto del mondo civile (nel mondo incivile suonano percussioni splendide), un gran numero di persone vuole solo fare musica senza curarsi troppo del fatto che alle mie orecchie la sua musica faccia cagare. l'unica cosa che è cambiata dal punto di vista macro è il "genere musicale". dieci anni fa TUTTI i gruppi italiani del cazzo (una ragionevole approssimazione della parola TUTTI, quantomeno) suonava esattamente uguale ai litfiba. poi c'è stato quel che sapete meglio di me e verso il 2000 i gruppi rock italiani suonavano ormai litfiba per il 50% e marlene kuntz per l'altro 50. oggi anche una persona che non ha interesse nella ricerca musicale può conoscere, che so, arcade fire e/o franz ferdinand (qualcuno lo vede come un pregio... vabbè) e suppongo che i demo (non me li faccio più spedire) suonino un pelo più internazionali e circa 10% alla ferdinand, 10% alla marlene, 10% tipo emoviolence e così via. musica di merda è rimasta, ma più variegata.

detto della dimensione demo/myspace con tutto quel che ne consegue, è sacrosanto che le persone abbiano il diritto di incidere la musica di merda che preferiscono (ho dubbi sul diritto di pubblicarla a pagamento, ma questo è un altro discorso) ed è sacrosanto che tutti possano scrivere ogni critica che sia lecito e non lecito porre, ivi compresi anche e soprattutto insulti generici sparati senza alcuna cognizione di causa tanto perchè ci si è svegliati male. il mondo dei blog viene in aiuto ai singoli per dar loro lo spazio che meritano, poi si vedrà. a me ha chiuso stillill e sono ancora triste.

sulle critiche ai gruppi che vengono portate nel post in sè, klaxons non mi ricordo nemmeno che musica facciano. comunque cool kids can't die suona roba inglese, disco drive suona roba americana. disco drive non rapina radio4, semmai "omaggia" les savy fav (disco drive è una loro canzone). e poi sono due giri proprio diversi, disco drive parte dal basso e parte da anni dentro al post punk italiano mentre cool kids can't die (penso di) no. non che uno sia per principio meglio o peggio dell'altro. non ho visto ckcd dal vivo, ma disco drive va visto ogni volta che passa.

il discorso "sparare contro quel che va di moda è troppo di moda", potrei contrapporre "sparare contro quelli che seguono la moda dello sparare contro le mode è troppo di moda". e in più non c'è affatto gusto nello sparare contro qualche gruppo che non vende dischi e non occupa spazio mediatico, mentre è gustoso e meritevole e lodevole e troppo poco praticato il LA-PI-DA-RE chi vende un milione di dischi di merda ed occupa spazio che potrebbero avere i Todd. ecco.

basta, va'. non avevo mai letto qs blog, comincerò a farlo senza dubbio.

Kekko ha detto...

"AL discorso". nel penultimo capoverso. e chissà quanti altri refusi.

Friends of Enemies ha detto...

ciao kekko e grazie mille per il commento. è molto savio e ben scritto. dovresti cominciare a scrivere anche tu, ma probabilemente lo fai già.

avevo iniziato a risponderti ma penso che faró della tua risposta un editoriale in un nuovo post.

a presto

Steve A ha detto...

@KEKKO: non ti conosco se non per qualche battuta sul blog del bronson e per averti visto alla consolle del suddetto locale ma posso dirti che per questo tuo intervento meriti massimo rispetto.
Le tue opinioni seppur condivisibili o meno sono esposte in modo chiaro e denotano competenza su argomenti trattati.
esprimi opinioni senza essere offensivo ed irritante e soprattutto non ti addentri su ciò che non conosci. Stretta di mano

john doe ha detto...

stefano sei proprio una maestrina

Anonimo ha detto...

kekko ne sai a pacchi!

Drini ha detto...

bah secondo me già la scena nu-rave di per sè è una cagata perchè di rave non si tratta. Poi chi è che fa parte di questa scena? Klaxon e poi chi? Shitdisco magari? GLi Shitdisco sono una brutta copia dei Rapture. I Klaxon di per sè non sono nemmeno malaccio secondo me qualche canzonicina l'hanno azzeccata. Ma non si tratta di Rave....è semplicemente indie-rock come ce n'è dappertutto!